Inquinamento e caldaie non a norma | Airone Italia

Inquinamento e polveri sottili: una caldaia su tre non a norma

milano-tetti

Una volta si diceva “autunno cadono le foglie”, oggi il detto potrebbe essere tranquillamente cambiato, almeno per quanto riguarda la città di Milano, in “autunno, torna lo smog”. Sono bastati pochi giorni della stagione intermedia tra estate e inverno per far salire a livelli di guardia i numeri che riguardano le polveri sottili. Poche giornate senza pioggia e i bollini apposti dalle centraline dell’Arpa distribuite in città, che registrano il livello di inquinamento, sulle giornate appena trascorse sono diventati rossi.

Se non è ancora una situazione di allarme poco ci manca. Anche perché il futuro non appare per niente roseo. Il dito è più che altro puntato sulle caldaie  del riscaldamento che potranno essere riaccese, per legge, già il prossimo 15 ottobre. Da un’analisi degli impianti, risulterebbe infatti che almeno uno su tre di quelli presenti in città non sarebbe a norma. In base ai controlli effettuati nell’ultimo anno, circa 20mila, sono infatti più di 6mila le caldaie che non rispettano le norme sulla manutenzione e, soprattutto, quelle che riguardano l’emissione di fumi.

Visto che, ormai è risaputo, buona parte dell’inquinamento dell’aria della città e del suo hinterland dipende in gran parte da questo tipo di emissioni, oltre a quelle provenienti dai mezzi a motore, in Regione è stato fissato per questa mattina un incontro che vede la partecipazione dei rappresentanti delle province lombarde, dei comuni con più di 40mila abitanti, delle imprese, dei sindacati oltre che delle imprese di trasporto e delle organizzazioni ambientaliste. Un primo incontro – cui è stato dato il nome di “tavolo aria” – fissato per pensare a strategie comuni per non farsi trovare impreparati a quando le segnalazioni delle centraline saranno costantemente al di sopra dei livelli accettabili.

Sul tavolo ci saranno le varie proposte avanzate nel corso degli Stati Generali sulla qualità dell’aria andati in scena il 26 e 27 settembre al Pirellone. Il tutto per pervenire a un piano regionale degli interventi sulla qualità dell’aria che, si prevede, vedrà l’approvazione della giunta per i primi mesi del 2013. Una notizia accolta con piacere da molti, anche se altri hanno fatto notare che nel frattempo, da qui all’inizio del nuovo anno, la situazione smog avrà avuto momenti già tali da creare preoccupazione, per questi forse sarebbe stato meglio partire prima con le azioni di contrasto all’inquinamento.

Fonte: milano.virgilio.it

Cerca nel sito
Social
Varie

Trova il prodotto Airone più adatto alle Tue esigenze!

Guarda alcuni esempi di impianti realizzati con i nostri apparati! Clicca qui!

Contattaci
an image
AIRONE - P.R.G. S.r.l.
Via Ca' Magra n. 19
36030 Zugliano (VI)

Email: @aironeline.com
Tel. 0445 - 38.22.69
Fax. 0445 - 38.17.87

Oppure contattaci cliccando qui